Kraken

Che cos'è THORChain? (RUNE)

Guida per principianti a RUNE

THORChain è un protocollo di liquidità decentralizzato cross-chain che consente agli utenti di scambiare asset tra network di blockchain.
 
Una delle innovazioni più significative che derivano dal mondo della finanza decentralizzata (DeFi) è il modello di market maker automatizzato (AMM). Gli AMM consentono agli utenti crypto di depositare una determinata quota di criptovalute in un cosiddetto pool di liquidità. I partecipanti utilizzano quindi i fondi nel pool per eseguire trading e le criptovalute fungono da coppie per il trading. 
 
I protocolli DeFi, come Uniswap e Balancer, utilizzano i pool di liquidità per permettere agli utenti di scambiare asset in modo peer-to-peer e decentralizzato. Tuttavia, la maggior parte degli AMM consente di eseguire trading all'interno di un unico network di blockchain, come Ethereum.
 
La soluzione offerta da THORChain è un exchange decentralizzato (DEX) basato sul kit di sviluppo software (SDK) di Cosmos. Il suo protocollo AMM fornisce la tecnologia back-end necessaria per scambiare criptovalute tra blockchain che, in precedenza, non erano interoperabili.
 
Il token RUNE alimenta il network THORChain. RUNE viene utilizzato come token di pairing associato a ogni asset nei pool di liquidità della piattaforma. Pertanto, RUNE rappresenta il secondo token che gli utenti depositano nel pool di liquidità per eseguire i trade, aumentandone così l'utilità e il valore nel network. RUNE viene anche utilizzato per pagare commissioni, assicurare la governance e proteggere il network THORChain.

what is thorchain rune

Chi ha creato THORchain?

THORChain è stato creato da un team di sviluppatori in occasione di un Dexathon di Binance nel 2018. Poiché i fondatori e gli sviluppatori sono rimasti per lo più anonimi, l'immagine pubblica di THORChain è curata principalmente dalla sua community.
 
Il progetto ha raccolto 1,5 milioni di dollari in un'offerta DEX iniziale (IDO) nel luglio 2019. Nello stesso mese, il team THORChain ha introdotto sul mercato il primo prodotto del network, BEPSwap. BEPSwap è un DEX che consente di scambiare token BEP-2 sulla BNB Chain (già nota come Binance Smart Chain).
 
Nell'aprile 2021, THORChain ha rilasciato il suo multichain chaosnet (MCCN) che consente di eseguire swap cross-chain tra Bitcoin, Ethereum, Litecoin e altri asset. Tuttavia, nel luglio 2021 il network ha subito degli attacchi informatici back-to-back con la conseguente perdita di oltre 13 milioni di dollari.
 
Gli sviluppatori hanno lavorato per correggere i bug, perfezionare il codice e migliorare la sicurezza del network, ripristinando infine 4 dei 5 network supportati dal protocollo THORChain entro il mese di ottobre 2021. Per rafforzare il processo di rinnovamento del progetto, è stata lanciata, nello stesso mese, una vendita privata di token che ha fruttato 3,75 milioni di dollari, soprattutto grazie all'investimento di IDEO CoLab Ventures.

Come funziona THORChain?


THORChain supporta un ecosistema di prodotti e servizi che integrano l'infrastruttura cross-chain del network. Le piattaforme come THORSwap, il primo DEX multi-chain a utilizzare il network THORChain come interfaccia front-end, si servono di THORChain per facilitare gli swap cross-chain. THORSwap consente agli utenti di scegliere i due asset che desiderano scambiare e il protocollo calcola automaticamente le commissioni in base all'attività del network. 
 
Gli scambi che avvengono su THORChain sono resi possibili grazie all'uso, da parte del network, di un pool di liquidità continua (CLP) in cui RUNE funge da intermediario per ogni swap. 
 
Quando 2 asset vengono scambiati su THORChain, lo swap ha luogo, di fatto, tra 2 pool diversi. Ciò avviene perché ogni pool di liquidità su THORChain associa il token RUNE agli asset disponibili. Ad esempio, se un utente di THORChain volesse scambiare USDT con ETH, dovrebbe innanzitutto eseguire il trading di USDT per RUNE in un pool per poi scambiare il suo RUNE con ETH nel pool successivo.
 
La macchina a stati di THORChain scambia un asset con RUNE, quindi sposta questo token in un secondo pool e infine scambia RUNE con l'asset desiderato dall'utente. Questa operazione viene eseguita senza che l'utente abbia mai bisogno di convertire la propria criptovaluta in RUNE o di conservare RUNE.  
 
Grazie al modello di liquidità CLP di THORChain, il protocollo è in grado di rispondere a eventuali fluttuazioni della domanda di liquidità. 
 
Inoltre, i partecipanti di THORChain svolgono quattro ruoli principali:

  • Fornitori di liquidità (LP): gli LP forniscono asset ai pool di liquidità in cambio di ricompense di blocco e commissioni per le operazioni di swap. Le ricompense vengono calcolate in base all'attività del pool e alla quota di token degli LP presenti all'interno del pool.
  • Swapper: gli swapper rappresentano la base di utenti che fanno trading tra vari asset crypto sulla piattaforma THORChain.
  • Trader: THORChain si affida a trader di arbitraggio che cercano asset sottovalutati o sopravalutati su THORChain rispetto ai rispettivi prezzi di mercato su altre piattaforme di exchange. Gli arbitraggisti riequilibrano i pool di liquidità acquistando o vendendo asset in più exchange finché i prezzi di questi asset nel pool non riflettono il prezzo di mercato corrente.
  • Operatori di nodo: gli operatori di nodo vincolano una determinata quantità di RUNE per supportare il network e partecipare al meccanismo di consenso proof-of-stake di THORChain. Questi operatori sono tenuti a rimanere anonimi e vengono sostituiti a rotazione nel network in base alla loro affidabilità mediante un processo chiamato “churning.”

Perché RUNE ha valore?

La funzionalità cross-chain di THORChain si basa sull'utilizzo del token nativo RUNE. Poiché ogni asset è associato al RUNE nel proprio pool di liquidità, questo token è indispensabile per eseguire qualsiasi swap sul network. 
 
RUNE viene utilizzato anche per: 

  •  Pagare le commissioni
  • Ricompensare i fornitori di liquidità
  • Proteggere il network THORChain (tramite lo staking di RUNE)
  • Pagare le commissioni di transazione dei nodi
  • Garantire la governance del protocollo THORChain

 
I nodi THORChain devono vincolare una certa quantità di RUNE in funzione del valore degli asset contenuti nei pool di liquidità del network. Ciò disincentiva gli operatori dei nodi ad agire in modo scorretto e favorisce un ulteriore incremento della domanda.
 
Inizialmente, l'offerta massima era di circa 1 miliardo di token RUNE, ma nel 2019 l'offerta è stata ridotta a 500 milioni. Dopo questa operazione di burning, il 44,09% dei token è stato assegnato ai nodi di servizio, il 10,4% per coprire i costi operativi, il 10% alla community e il 10% al team e ai consulenti. I token rimanenti sono stati trattenuti per finanziare il progetto.

Guide sulle crypto di Kraken



Perché acquistare RUNE?

RUNE è utilizzato dai partecipanti al network THORChain che agiscono in qualità di fornitori di liquidità, operatori di nodo e altro ancora. Anche chi desidera partecipare al trading di arbitraggio su THORChain può avere interesse a detenere RUNE per approfittare di eventuali opportunità di arbitraggio derivanti da squilibri nei pool di liquidità di THORChain.
 
I trader di criptovalute possono anche considerare l'interoperabilità tra le diverse chain come un driver di valore per le singole criptovalute, come RUNE. I trader speculativi possono scegliere di detenere RUNE esclusivamente sulla base del fatto che i prezzi potrebbero aumentare in futuro, man mano che la piattaforma svilupperà funzioni aggiuntive per il token.

Inizia ad acquistare RUNE


Sei pronto per fare il passo successivo? Clicca sul pulsante qui sotto per acquistare THORchain (RUNE) su Kraken oggi stesso!