Kraken

Che cos'è una gas fee della blockchain?

Sintesi delle gas fee

Gas fee è un termine comunemente usato per indicare il costo che alcuni utenti del protocollo blockchain pagano ai validatori del network ogni volta che desiderano svolgere una funzione sulla blockchain.

Il gas serve come incentivo per i validatori del network a registrare le transazioni in modo accurato e a comportarsi onestamente per la manutenzione del protocollo.

Mentre Ethereum e Polygon utilizzano il termine “gas fee”, altre blockchain come Solana e Bitcoin utilizzano il termine “transaction fee”. Il termine “gas” deriva dalla somiglianza con il carburante che fa funzionare un veicolo.

Le gas fee sono spesso una sorpresa per gli utenti della blockchain. Sui servizi non custodiali, dove le transazioni avvengono direttamente sulla blockchain, le gas fee possono essere imprevedibili da un minuto all'altro. Su una piattaforma di custodia, come Kraken NFT, le transazioni NFT avvengono al di fuori del network blockchain e le imprevedibili gas fee vengono eliminate finché l'NFT rimane sulla piattaforma.

What is a blockchain gas fee image

Spiegazione delle gas fee della blockchain

Qualsiasi attività eseguita direttamente su una blockchain, dall'esecuzione di uno smart contract all'acquisto di un token non fungibile (NFT), richiede potenza di calcolo per essere elaborata e completata.

I validatori del network, un gruppo distribuito di persone che eseguono un programma informatico specializzato per autenticare le transazioni della blockchain, forniscono questa potenza di calcolo. I validatori acquistano, gestiscono e mantengono le proprie attrezzature e lavorano per garantire la sicurezza e l'accuratezza di un network blockchain. 

Le gas fee svolgono un ruolo importante trasferendo il valore da chi ha bisogno di un servizio di network blockchain a chi fornisce la potenza di calcolo necessaria per eseguirlo. Le gas fee incentivano i validatori a elaborare accuratamente le transazioni e a sostenere la sicurezza del ledger della blockchain.

Incentivi, costi e penalità del network

Incentivi

Sulle blockchain proof-of-work (PoW) come Ethereum, gli utenti finali pagano le commissioni di gas ai miner per convalidare le loro transazioni. I miner competono utilizzando apparecchiature informatiche specializzate per generare codici casuali chiamati hash. Il primo miner in grado di generare casualmente un hash crittografico che inizia con lo stesso numero di zeri (o più) rispetto all'“hash target” viene dichiarato vincitore.

Il miner vincitore può quindi riempire il nuovo blocco con le transazioni in corso. In questo modo il miner guadagna criptovaluta di nuova creazione, distribuita dalla ricompensa del blocco e da eventuali commissioni legate a tali transazioni.

Le gas fee sono importanti anche nei protocolli blockchain che utilizzano il meccanismo di consenso proof-of-stake (PoS), come ad esempio la prossima evoluzione di Ethereum, Ethereum 2.0. Su queste blockchain, le gas fee ricompensano i validatori che prima impegnano una certa quantità di criptovaluta nel network per essere selezionati per verificare le nuove transazioni. 

Chi blocca più monete può far funzionare più validatori, il che rende più probabile la selezione per la convalida di nuove transazioni rispetto a chi impegna meno monete. Tuttavia, una certa casualità programmatica a livello di protocollo fa sì che questo non sia garantito e che i validatori con meno monete possano comunque essere selezionati per convalidare le transazioni e guadagnare la ricompensa del blocco.

Costi

Indipendentemente dall'algoritmo di consenso, la convalida delle transazioni su un network blockchain non è gratuita. I costi includono le apparecchiature informatiche specializzate e l'elettricità consumata da tali apparecchiature, oltre alla partecipazione finanziaria dei validatori che operano su queste macchine. 

Per diventare un validatore sulla nuova blockchain proof-of-stake-based Ethereum 2.0, gli individui devono investire un minimo di 32 ETH. 

Sanzioni 

I validatori PoS che agiscono al di fuori delle regole stabilite dal network possono incorrere in sanzioni. Conosciute comunemente come “slashing”, queste sanzioni hanno lo scopo di scoraggiare gli utenti malintenzionati e possono comportare la confisca parziale o totale della partecipazione di un validatore. In casi estremi di comportamento malevolo, i convalidatori possono essere rimossi completamente dal network.

I dettagli delle sanzioni variano da una blockchain all'altra e sono definiti all'interno delle regole del protocollo.

Ricompensando i validatori onesti con incentivi e penalizzando i disonesti, i network blockchain utilizzano i principi della teoria dei giochi per mantenere in modo efficace e autonomo l'integrità delle informazioni. Questo permette alle blockchain di utilizzare regole predefinite per proteggere autonomamente i record senza bisogno di istituzioni intermedie.

Come vengono calcolate e pagate le gas fee?


Le gas fee si basano sul concetto economico fondamentale di domanda e offerta

Nel caso di una blockchain, l'offerta è la potenza di calcolo totale dei validatori del network e la domanda è la potenza di calcolo totale necessaria per eseguire le transazioni inviate dagli utenti del network. 

Tornando all'esempio delle automobili, l'offerta è la quantità di benzina immagazzinata nei serbatoi di una stazione di servizio e la domanda è la quantità di benzina che i clienti della stazione vogliono acquistare. Il prezzo del gas viene fissato per massimizzare i profitti dei validatori/miner del network e gli utenti disposti a pagare di più per il gas possono vedere la loro transazione elaborata prima.

Le gas fee sono tipicamente aggiornate in tempo reale in base alla domanda attuale del network. A seconda delle loro esigenze e dei loro mezzi, gli utenti possono regolare manualmente la loro offerta di commissioni per scegliere tra una liquidazione più veloce ma più costosa e una liquidazione più lenta ma meno costosa. 

Prima dell'aggiornamento London di Ethereum nell'agosto 2021, il gas veniva calcolato in base a due fattori:

  • Prezzo del gas. Il prezzo che un utente sceglie di pagare per ogni unità di gas. Si può pensare che sia il prezzo che si è disposti a pagare per ogni unità di carburante.
     
  • Limite del gas. È impostato dall'utente e determina la quantità massima di gas che può essere utilizzata per svolgere una determinata funzione. Si può pensare che sia il numero massimo di litri di carburante che un automobilista è disposto ad acquistare.

Moltiplicando questi due componenti, Prezzo del gas x Limite del gas, si ottiene il costo massimo del gas che un utente può pagare per eseguire una transazione. 

Dopo l'introduzione dell'EIP-1559, che mira a rendere le tariffe del gas più prevedibili, le tariffe del gas vengono calcolate in base a una nuova formula: 

Limite del gas x (Commissione di base + Commissione di priorità (mancia))

Anziché essere gli utenti a determinare il costo delle gas fee, il network di Ethereum implementa ora una commissione di base che si adatta automaticamente a ogni blocco in base alla domanda degli utenti, definendo anche il prezzo più basso possibile che un utente deve pagare per far elaborare le proprie transazioni.

Una volta pagata la gas fee, l'importo della commissione di base di ETH viene rimosso in modo permanente dalla circolazione. L'aggiornamento consente inoltre agli utenti di dare una mancia ai validatori (includendo una commissione di priorità) a loro discrezione per far sì che le loro transazioni vengano elaborate più velocemente.

Se un utente imposta un limite di gas troppo alto, il network gli rimborserà automaticamente la differenza dopo l'elaborazione della transazione.

Le gas fee di Ethereum vengono pagate in piccoli tagli della criptovaluta ETH, nativa della blockchain di Ethereum. Queste unità più piccole di ETH sono chiamate GWEI, dove un GWEI equivale a un miliardesimo di ETH (o 0,000000001 ETH). 

Strumenti online come l'Ethereum gas tracker di Etherscan consentono agli utenti di controllare i prezzi medi del gas Ethereum in qualsiasi momento per vedere quanto potrebbero dover pagare per una determinata transazione.

Un limite minimo di gas di 21.000 GWEI è solitamente richiesto per elaborare transazioni su Ethereum. Un'offerta inferiore a questo importo (o all'importo minimo dichiarato necessario per eseguire il calcolo) comporterà una transazione non riuscita, anche se il validatore del network prenderà comunque la commissione.

Zero gas fee per il trading su Kraken NFT


Le gas fee hanno creato una barriera significativa all'ingresso per molti utenti della blockchain, in particolare per i collezionisti di NFT. 

Gli utenti di Kraken NFT pagano le gas fee solo quando spostano gli NFT da o verso la piattaforma. Il trading eseguito su Kraken NFT non incorre in commissioni gas imprevedibili, sia nel caso della vendita che dell'acquisto.

L'eliminazione delle gas fee semplifica il trading degli NFT, permettendoti di costruire la tua collezione da sogno senza preoccuparti dei costi imprevisti.

Esplora, cura e metti al sicuro la tua collezione di NFT, —senza commissioni gas,— sul marketplace NFT di Kraken.

Impatto dell'attività del network sulle gas fee


Un network si congestiona quando gli utenti inviano più transazioni. Quando i validatori hanno più transazioni da elaborare, i costi tendono ad aumentare. 

È vero anche il contrario. Quando la domanda di servizi blockchain rallenta o il numero di validatori disponibili aumenta, il prezzo medio del gas tende a diminuire.

La domanda di progetti basati su NFT come CryptoKitties, Stoner Cats e Yuga Labs’ for Otherside ha portato il prezzo del gas sul network di Ethereum a livelli estremi in passato. Durante questi periodi eccezionali, il costo del gas ha superato i 10.000 dollari e ha superato di gran lunga il costo degli NFT stessi.

Inoltre, questi picchi di attività del network hanno causato ritardi significativi nella liquidazione delle transazioni in altri tipi di applicazioni (DeFi, play-to-earn e altro) sul network, lasciando molti dubbi sul fatto che le loro transazioni sarebbero mai state elaborate.